29 novembre 2011

Risveglio sismico e vulcanico nella regione del Pan-America

Il risveglio sismico e vulcanico della regione Pan-Americana è ormai ben avviato. La placca caraibica comprende un'area di circa 3,2 milioni km quadrati ed è in fase maggiore di stress . Una serie di sciami sismici stanno interessando l'area tra cui il terremoto di 5,1 richter che ha colpito al largo della costa di San Juan,a Porto Rico.


La placca caraibica è una delle 12 grandi zolle in cui è divisa la litosfera. Confina a nord con la placca nordamericana, a sud-est con la placca sudamericana, a sud con la placca di Nazca e a ovest con la placca di Cocos.
Il margine settentrionale della placca passa attraverso Belize, Guatemala e Honduras e prosegue a sud della costa meridionale di Cuba, a nord di Hispaniola, di Porto Rico e delle Isole Vergini. Una parte della fossa di Porto Rico, che con l'abisso Milwaukee rappresenta la zona più profonda dell'oceano Atlantico, si trova lungo questa linea di subduzione.L'intera regione sta diventando sempre più turbolenta, le forze geologiche stanno
incrementando le pressioni sul piatto della regione e il fondo marino è violentemente agitato lungo la trincea di Puerto Rico. La trincea ha una storia inquietante in grado di produrre potenti terremoti di intensita' pari ad 8,1 di magnitudo che colpirono la regione, sia nel 1787 che nel 1946. Alla luce del crescente rischio di terremoti nella zona , l'UNESCO ha condotto lo scorso 23 marzo 2011 un esercitazione per un eventuale terremoto e tsunami nei caraibi. Come conseguenza della crescente tensione sismica nella regione occidentale , stiamo già assistendo al risveglio vulcanico e sismico di gran parte del Pan-America.


Il 20 novembre, il vulcano Popocatepetl in Messico ha scatenato una nube di cenere alta 5 km. Il 22 novembre e' toccato al vulcano Fuego in Guatemala, che ha eruttato una nuvola scura  di cenere di 2 km . Il 25 novembre scorso, lo stato di allerta del vulcano Gelaras in Colombia è stato sollevato ad arancione. Il 26 novembre scorso, la densa cintura superiore vulcanica di El Salvador è stata scossa da uno sciame di oltre 700 scosse in 24 ore. Ora il vulcano Tungurahua in Ecuador è l'ultimo segno rivelatore che la bomba ad orologeria dei Caraibi e della regione Pan-Americana ha iniziato il suo conto alla rovescia.
The Exinction Protocol


SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

Nessun commento:

Post più popolari

CONTRO LA CENSURA DI FACEBOOK ISCRIVETEVI SU TELEGRAM


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...