30 aprile 2012

E' in arrivo il terremoto europeo!

Un terremoto è in arrivo in Europa. Le scosse sismiche sono le prossime elezioni e i referendum. Si profila un confronto tra politica e finanza. I parlamenti nazionali da una parte e la BCE e il FMI dall'altra. 


Il 6 maggio si voterà in Grecia e il nuovo Governo potrebbe rigettare gli accordi presi con la UE per evitare il default. In Francia Hollande è favorito, la sua posizione è contraria ai tagli sociali per favorire le direttive europee. 


Il 31 maggio in Irlanda si terrà un referendum sulle nuove regole di bilancio volute dalla Germania, il "fiscal compact" che in Italia è stato approvato senza alcuna consultazione popolare come nelle migliori tradizioni di uno Stato partitocratico e non democratico. 

Persino dove non vi sono elezioni a breve si stanno aprendo delle faglie profonde, in Olanda si è dimesso il Governo Rutte a causa dei previsti tagli alla spesa pubblica, senza austerity si perderebbe infatti la tripla A... In Olanda si andrà alle urne il 12 settembre, il Pvv antieuro di Geert Wilders potrebbe spopolare. 

Dove le politiche di tasse e sangue in nome dell'euro sono state applicate i risultati sono stati a passo di gambero, c'è stato un costante peggioramento. Il debito pubblico è aumentato, come in Italia, o il Paese è letteralmente fallito come in Grecia dove è avvenuto un default silenzioso. C'è stato, ma non si deve dire in giro!

Standar&Poor's ha declassato la Spagna da A a BBB+, in sostanza aumenta l'interesse dovuto a chi acquista titoli spagnoli. Gli interessi saranno onorati con il taglio delle spese sociali. Tutti più poveri, ma per cosa? Per diventare carne da macello come i tori nelle corride?

José Ignacio Torreblanca professore alla UNED University ha scritto ieri sul Financial Times un lungo articolo dal titolo "Tempo di dire basta al nonsenso dell'austerity". Scrive "La prossima settimana saranno due anni da quando Zapatero adottò le prime misure di austerità. Queste misure comportarono il suicidio del Partito Socialista spagnolo. Ora i Conservatori si trovano in una situazione simile, dopo 100 giorni di governo hanno portato l'austerità bel al di là del loro mandato elettorale e questo solo per trovarsi nella stessa situazione finanziaria di Zapatero. E' oltraggioso che mentre gli spagnoli soffrono per la recessione e per la disoccupazione (del 24,44%) Jens Weidmann, presidente della Bundesbank e membro della BCE, affermi che il 6% di interesse per i titoli pubblici spagnoli "non è la fine del mondo". E' preoccupante che la UE sostenga i pesanti tagli alla spesa dell'educazione e della ricerca in Spagna ignorando deliberatamente che ciò è incompatibile on un modello di sviluppo... E' tempo di dire basta!"

In gioco non c'è solo l'euro, ma un modello di sviluppo superato e la distruzione degli Stati sociali. Loro non si arrenderanno mai. Noi neppure. 

Tratto dal blog di Beppe Grillo
Letto su: Freeondarevolution

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

Asimmetria nei poli magnetici del Sole: il polo nord sta invertendo la sua polarità in anticipo!

di Renato Sansone

Nonostante gli ultimi mesi abbiano fatto registrare alcune tempeste solari con conseguenti espulsioni di massa coronale dirette verso la Terra, il ciclo solare 24 risulta essere molto debole. Secondo alcuni ricercatori giapponesi la nostra stella potrebbe entrare in un periodo di attività ridotta che potrebbe causare delle variazioni di temperatura globale. I funzionari del National Astronomical Observatory del Giappone e del Riken Research Foundation, hanno dichiarato che l’attività delle macchie solari sembra somigliare ad un periodo del XVII secolo noto come Minimo di Maunder, durante il quale le temperature globali erano inferiori di 2.5°C – 3°C rispetto ai valori della seconda metà del XX secolo. In quegli anni gelò sei volte il Tamigi, tanto che sul fiume cominciò la tradizione della ‘fiera del ghiaccio’, con spettacoli, divertimenti e commerci sul fiume gelato. Gli inverni particolarmente rigidi del Belgio furono descritti dai pittori fiamminghi, e da tutto il mondo giunsero testimonianze di anni particolarmente difficili. Il minimo di Maunder rappresenta un periodo di 70 anni caratterizzato da assenza di qualsiasi attività sulla superficie del Sole, ed è ricordato come la parte centrale e più fredda della piccola era glaciale. Lo studio giapponese ha scoperto che l’andamento della corrente dell’attività delle macchie solari è simile ai record di quel periodo.

QUATTRO POLI MAGNETICI – I ricercatori hanno anche scoperto segnali di insoliti cambiamenti magnetici. Normalmente il campo magnetico del Sole inverte il proprio ciclo ogni 11 anni in corrispondenza del massimo solare, le cui cause non sono facili da tracciare. L’ultima volta che ciò si è verificato è stato nel 2001, e gli scienziati avevano previsto il ripetersi del fenomeno per Maggio 2013. Il satellite di osservazione Hinode ha scoperto però che tutto si sta verificando con un anno di anticipo nel polo nord della nostra stella, a differenza del polo sud che non riscontra alcuna variazione sostanziale. Se questo trend dovesse continuare, il polo nord potrebbe completare la sua inversione nel Maggio 2012, creando però una struttura a quattro poli magnetici, con due nuovi poli creati in prossimità dell’equatore della nostra stella. La polarità a nord del Sole sembra essere diminuita in modo prossimo allo zero, mentre quella meridionale non fa rilevare alcun cambiamento. “In questo momento, c’è uno squilibrio tra il polo nord e il polo sud“, dice Jonathan Cirtain, uno scienziato del Flight Center Marshall Space della NASA a Huntsville, in Alabama. Il motivo per cui il polo nord è in transizione ben prima del polo sud resta un mistero. I dati di Hinode mostrano osservazioni dirette di questo interruttore polare, mentre una nuova tecnica di osservazione permette di dedurre l’attività magnetica di superficie. Questa osservazione smentisce tutti i modelli a cui oggi si faceva riferimento, i quali deducevano un rovesciamento dei poli magnetici del Sole sempre in contemporanea. L’inversione del polo nord magnetico è quindi in netto anticipo rispetto alle previsioni, dal momento che il massimo solare è confermato per il prossimo 2013. Misurare l’attività magnetica nei pressi dei poli solari non è facile, perché tutti i nostri telescopi guardano approssimativamente al suo equatore, che offre solo una visione obliqua. Hinode può osservare questa attività ogni anno con il suo telescopio ad alta risoluzione in grado di mappare i campi magnetici quando li si osserva da vicino all’equatore.

MISURE DIRETTE – I dati di Hinode sono stati riportati da un team giapponese con a capo Daikou Shiota, uno scienziato solare presso il RIKEN Institute of Physics e sono stati recentemente presentati al ‘The Astrophysical Journal’ per la pubblicazione. Shiota e il suo team hanno utilizzato Hinode per osservare la mappa magnetica dei poli ogni mese dal Settembre del 2008. Le prime mappe di grandi dimensioni, hanno mostrato forti concentrazioni di campi magnetici che sono quasi tutte negative magneticamente nella polarità. Le mappe più recenti, tuttavia, mostrano un quadro diverso. Non solo le macchie di magnetismo sono più piccole e più deboli, ma ora c’è una grande quantità di polarità positiva visibile. Quello che una volta indicava un polo fortemente negativo a nord, è ora debolmente magnetizzato. Questa è la prima osservazione diretta di questa inversione di campo, ed è estremamente importante per comprendere come il magnetismo del sole generi il ciclo solare. Ted Tarbell è il principale ricercatore per il Solar Optical Telescope Hinode presso Lockheed Martin a Palo Alto, in California, e sottolinea che le misure dirette hanno mostrato il progresso dell’inversione del polo, ed evidenzia la parte precedente del ciclo nel 2008. David Hathaway, che è uno scienziato solare al Marshall Institute della NASA, sottolinea che le asimmetrie presenti nel Sole non sono completamente nuove. In passato sono state già osservate un numero di macchie solari maggiori nell’emisfero nord rispetto a quello meridionale, ma la maggior parte dei modelli non incorpora questa variabile.

IPOTESI FUTURE – Se stia accadendo qualcosa di molto particolare o una semplice prassi nel ciclo della nostra stella non è semplice stabilirlo. Così come non è semplice stabilire l’influenza diretta che potrebbe apportare al nostro clima. Il legame tra attività solare ed ere glaciali non è univoco, inoltre abbiamo iniziato a misurare con precisione i cicli solari solo da pochi decenni, da quando abbiamo spedito sonde nello spazio che hanno permesso di ottenere osservazioni più accurate. Troppo poco per costruire modelli che ci permettano di prevedere nel dettaglio il comportamento del Sole che tra l’altro ha già attraversato cicli anomali che potrebbero rivelarsi a loro volta normali periodi di variabilità. Nuove tecniche di analisi aiuteranno gli scienziati a migliorare la comprensione del Sole, del suo ciclo undecennale e delle grandi ‘eruzioni’ che si verificano sulla sua superficie.

Trovati i frammenti del meteorite esploso in Sierra Nevada

I ricercatori che si sono cimentati nella ricerca di resti del meteoroide esploso sui cieli della Sierra Nevada hanno avuto un notevole successo e il caso ha voluto che alcuni di questi residui siano stati ritrovati proprio nella zona che storicamente fu oggetto della famosa corsa all'oro.





I residui appaiono come vedete nell'immagine e pare siano di tipo  CONDRITI. 
Sono in corso appelli a tutti coloro che possono avere registrato l'evento con telecamere e quant'altro che possa aiutare a definire al meglio traiettoria e modalità dell'evento per ottenere un'indagine accurata atta a comprendere la possibile origine dell'oggetto.


Robert Ward, cacciatore di meteoriti da oltre 20 anni, è uno dei protagonisti dei ritrovamenti.
"E 'stato, manco a dirlo, un momento emozionante", dice Ward all'Associated Press in un'intervista telefonica Mercoledì scorso mentre ancora camminava attraverso un vecchio cimitero in cerca di altri meteoriti a circa 35 miglia a nord-est di Sacramento.


Ha trovato il primo pezzo Martedì, lungo una strada tra un campo da baseball e un parco ai margini di Lotus nei pressi di Coloma, vicino a dove James W. Marshall fece la scoperta dell'oro in California, al Mulino di Sutter nel 1848 (El Dorado). 


Altri ritrovamenti sono stati eseguiti da Petrus Jenniskens, l'astronomo della NASA che camminò attraverso il deserto della Nubia quattro anni fa per recuperare i frammenti di un piccolo asteroide.




Anche questa è una ricerca che vuole portare a fare scoperte!

Il risveglio della coscienza è essenziale per il futuro dell'umanità!

Perché siamo così passivi e rassegnati, perché accettiamo con facilità alcune ingiustizie e non altre, perché dobbiamo accettare di vivere in un mondo dominato dal denaro, perché dobbiamo accettare di essere governati da persone senza scrupoli, perché siamo arroganti e pretenziosi con i deboli e sottomessi e addomesticati con i forti.

Questo perché la paura e' in tutti noi, la paura di un altro mondo, la paura dell'ignoto, la paura di perdere l'orientamento, la paura di fallire, paura della povertà, paura della solitudine, la paura del vuoto e del cambiamento. La paura è un potente strumento di potere. La paura ci tiene in incertezza sul futuro e fissa gli ostacoli alle nostre aspettative.

Il mondo è cosi' perché è coerente con le solite divisioni che ci sono state indotte. Ci ha fatto credere che i nostri valori si basano sulla predazione e il dominio del vicino. Siamo programmati per credere che la piramide rappresenti la forma di organizzazione della societa' migliore. In cima ci sono quelli che meritano e man mano che si scende alla base, una moltitudine di esseri che si accapigliano per cibarsi delle briciole. Ma se la base si rifiuta di indossare sulle spalle il peso, la piramide crolla. La base non è cosciente del suo potere, mentre il sistema si basa interamente sul suo impegno! E 'il momento di sbarazzarsi delle elite che governano il pianeta a proprio vantaggio egoistico.

Un risveglio della coscienza è essenziale per il futuro dell'umanità. Non possiamo continuare. Non possiamo più permetterci solo alcune riforme. Dobbiamo prendere in considerazione altre alternative. Dobbiamo ridefinire il modo di vivere insieme. Non possiamo accettare il diktat di una classe privilegiata senza un briciolo di coscienza.

Il Capitalismo serve solo una manciata di individui, e di fronte alla loro sete insaziabile di ricchezza e di potere, diventa un mostro incontrollabile. Ci fanno credere che non vi è alcuna alternativa a questo modello di società, è falso!

Se non cambiamo saremo costretti a servire i nostri padroni per l'eternita'.

Jean Pierre ACASOCA

20 maggio 2012, il giorno in cui si allineeranno le Pleiadi, il Sole e la Terra

Una data che appare chiara, nello scorrere del tempo ciclico del calendario maya, è il 20 maggio 2012, il giorno in cui si allineeranno le Pleiadi, il Sole e la Terra. In contemporanea, ci sarà un’eclissi di Sole: la stessa avrà luogo sullo zenith della piramide di Chichén Itzá, eretta di onore di Kukulkan, venerato dai Maya e del quale gli stessi attendevano il ritorno.

Eclissi anulare di Sole
Potrebbe trattarsi di pura coincidenza, se questa teoria non fosse supportata da una serie di pittogrammi formatisi a partire dal 2000 ed evocanti dei raffinati simbolismi maya di netto riferimento al 2012. Pittogrammi simili, che avevano fatto la loro comparsa già in anni precedenti, avevano fornito informazioni inerenti il codice Dresda, e prima ancora notizie sulla geometria sacra. Il bellissimo pittogramma comparso il 9 agosto 2005, invece, fornisce informazioni dettagliate in merito al giorno 0, identificabile con il 20 maggio 2012, e all’ultimo ciclo di Venere, in passaggio davanti al Sole per l’ultima volta durante la Quinta Era, nel giugno 2012. Il 2 agosto del 2004, un altro glifo aveva mostrato il calendario maya del lungo computo, il Sole nel quale ci troviamo, e la ciclicità del tempo, con la sua dualità di vita e morte.
Molti anni fa i Maya, dalla civiltà cosmopolita che erano diventati, in seguito a sanguinose battaglie e repressioni, furono letteralmente estirpati dalla loro terra, e quelli che vi sopravvivono ancora oggi sono i pochi rappresentanti di un popolo evoluto. Gli stessi indigeni, secondo antiche leggende, rimasero sulla Terra, in attesa di una “resurrezione” che si sarebbe verificata al tramonto del quinto Sole, il 21 dicembre 2012. In quel giorno, il loro Dio, Kukulkan, si sarebbe manifestato nuovamente sulla Terra, introducendoci alla nuova era, la sesta, la cui data d’inizio è il sabato 22 dicembre 2012, in contemporanea ad un cambiamento nelle coscienze collettive. Il nostro Sole avrebbe “parlato”, secondo i Maya, manifestando la sua massima potenza con un’attività talmente intensa da influenzare la civiltà umana e l’intero pianeta.

Mari gelatinosi: gli oceani invasi dalle meduse!

Irritano la pelle dei bagnanti, intasano le centrali elettriche e creano non pochi problemi ai pescatori. E le noie sarebbero lungi dallo scomparire. Infatti, secondo uno studio dei ricercatori della University of British Columbia (UBC, Canada) pubblicato su Hydrobiology, le popolazioni di meduse sarebbero globalmente in aumento, soprattutto nelle zone soggette ad alto impatto antropico. In altre parole, aree dove la pesca eccessiva, il riscaldamento delle acque e l’inquinamento creano l’ambiente ideale per la riproduzione e la diffusione di questi animali.
“Negli ultimi anni si era parlato di un aumento delle meduse, ma a livello di aneddoti, senza uno studio globale che mettesse insieme tutti i dati esistenti fino a ora”, ha spiegato Lucas Brotz della UBC, a capo della ricerca: “Il nostro studio conferma queste osservazioni, con l'analisi delle informazioni disponibili dal 1950 a oggi su più di 138 diverse popolazioni di meduse nel mondo”.
Nella ricerca - basata su osservazioni pubblicate dai media, interviste, dati presentati su riviste scientifiche e non, di 45 dei 66 grandi ecosistemi marini globali - gli scienziati hanno rilevato un aumento delle popolazioni di meduse nel 62% delle regioni (un dato ricavato attraverso un sistema di fuzzy logic che, basandosi sull’attendibilità e sull'abbondanza delle informazioni, estrapola dei trend).
Tra le zone più interessate (quelle rosse e, in misura meno certa, quelle arancioni evidenziate sulla mappa) ci sono le coste orientali dell’Asia, il Mar Nero, il Mediterraneo, il Nordest degli Stati Uniti, l’Antardite, le Hawaii e le coste sudoccidentali dell’Africa. Le aree verdi invece sono quelle in cui la situazione è per lo più stabile, blu quelle in cui il numero sembrerebbe diminuire e grigie quelle per le quali non ci sono dati. Come spiegano gli scienziati, tra le aree maggiormente interessate dall’aumento delle meduse vi sono quelle generalmente più colpite da inquinamento, pesca eccessiva e riscaldamento delle acque.
Quello dell’aumento o meno, a livello globale, dei gelatinosi animali rimane comunque un argomento controverso. Un articolo apparso su Nature lo scorso febbraio, infatti, sottolineava come studiare le popolazioni delle meduse, e quindi capire se effettivamente siamo di fronte a un’invasione, fosse piuttosto complicato.
I problemi sarebbero sostanzialmente due: i dati esistenti sono pochi, si tratta di animali difficili da osservare e i loro complessi cicli vitali rendono ancora più complicato monitorare le popolazioni. Tanto che uno studio condotto da Robert H.Condon del Dauphin Island Sea Lab in Alabama (Usa), pubblicato su Bioscience, sostiene che non ci sia una base scientifica rigorosa a supporto della percezione diffusa dell’aumento di meduse. Forse l’analisi approfondita in corso dei dati raccolti dalla Jellyfish Database Initiative (JEDI), nata nel 2010 con lo scopo di monitorare globalmente le popolazioni di questi animali da parte di esperti e non, potrà fornire indicazioni più chiare.

Sarebbe un vulcano sottomarino a fondere i ghiacci dell'Antartide

Nel 2004 un gruppo di ricercatori guidati da Eugene Domack, a bordo della nave oceanografica Lawrence M. Gould, è pervenuto ad una sensazionale scoperta grazie all’ausilio di un veicolo sommergibile: le sensibilissime videocamere hanno immortalato un vulcano sottomarino in attività, poco distante dalle coste dell’Antartide. Jun Jaegyu, questo il nome del vulcano, si trova precisamente a 9 Km a Nord della punta dell’Isola di Andersson ed a Nord-Ovest dell’Isola di Rosamel, è alto 700 metri e “giace” ad una profondità di 1000 metri. Secondo Domack, sarebbe proprio l’attività vulcanica di Jun Jaegyu a fondere, dal basso, i ghiacci dell’Antartide.

Bill Gates. "Danza con ... Monsanto, OGM, nucleare"

Cosa fare del suo denaro quando si è il secondo uomo più ricco del mondo ? Aiutare gli altri! Ma bisogna investire in società etiche. Yves Paccalet, ecologista, non si è lasciato ingannare dalla filantropia del padrone di Microsoft.

Pochi si sono lasciati ingannare, ma alcuni si …


Bill Gâtes a Salt Lake City il 21 novembre 2011, Jim Urquhart/NBC/AP/SIPA.

Bill Gates : Un benefattore dell’umanità… versione OGM e nucleare
Traduzione: Fabienne Melmi per Nuova Resistenza

Bill Gates, uno degli uomini più ricchi del mondo, il fondatore, (e profittatore), della società Microsoft, ha lanciato una fondazione detta “filantropica ed ecologista”. Vernice verde!

Ecco alcune informazioni recenti (2010), pubblicate nella rivista on line “Sauve la Terre”, la gazzetta dei “lanciatori di allerta”:

“Creata nel 1994, la fondazione Bill e Melinda Gates gestisce un capitale di 33,5 miliardi di dollari. Questo gruzzolo è stato investito per 23 milioni di dollari nell’acquisto di 500.000 azioni della società agrochimica Monsanto.”

Valzer con Monsanto

Sì: Monsanto, il tempio degli OGM, il fabbricante dell’agente arancio, (alla diossina), scaricato a tonnellate sul Vietnam, e di numerosi pesticidi tra i peggiori, o del terribile erbicida Roundup…

Gates-Monsanto: contempliamo, sbalorditi, la storia d’amore tra due dei monopoli più cinici e più aggressivi del pianeta! il 90% del mercato mondiale dei software informatici per il primo e il 90% del mercato degli OGM per il secondo…

Tango con gli OGM

La fondazione Gates coopera, inoltre, con la fondazione Rockefeller, fervente promotrice degli OGM nei paesi poveri. Tutti questi umanisti si sono alleati per creare l’alleanza per una rivoluzione verde in Africa, (Alliance for a Green Revolution in Africa -Agra), che si prodiga ad aprire il continente nero ai prodotti agrochimici ed agli OGM.
La fondazione Gates si è, peraltro, assicurato le buone grazie dei ministri delle Finanze degli Stati Uniti, del Canada, della Spagna e della Corea del Sud , che hanno messo sul tavolo 880 milioni di dollari per un “Programma mondiale di agricoltura e di sicurezza alimentare”, (Global agriculture and food security program). Il futuro dei contadini e dei consumatori del mondo è nelle mani piu’ sicure

Cha cha cha col nucleare

Ma non è tutto! L’ultimo numero, (8 dicembre 2011), del “Courrier International”, che riprende le informazioni del quotidiano di Hong Kong South China Morning Post, rivela che, dal 2009, Bill Gâtes impegna capitali importanti nel nucleare. Questo dolce umanistico incontra, a dicembre, i padroni della China National Nuclear Corporation, per concepire e vendere con essi un nuovo tipo di reattore atomico “pulito”, ossia che utilizza “meno” uranio “poco arricchito”, e che di conseguenza lascia “meno rifiuti.”

Tutte le virgolette sono utili e si raccomanda. Amici del genere umano, se accogliete un giorno Bill Gâtes nella vostra nobile assemblea, non mancate di offrirgli un po’ di tè OGM scaldato al nucleare: adora questo tipo di bevanda

1200 Pellicani trovati morti lungo la costa nord del Peru', si infittisce il mistero!

Oltre 1200 pellicani sono stati rinvenuti senza vita, per cause ancora misteriose, lungo le spiagge del nord del Peru’. Lo hanno reso noto i media locali, precisando che secondo Francisco Niquen, presidente dell’Associazione pescatori artigianali di Puerto Eten, ”ci sarebbero ancora molti pellicani agonizzanti”e quindi il bilancio sarebbe ancora provvisorio. Sullo stesso litorale, come sottolineato dall’ambientalista Heinz Plengue, tra gennaio ed aprile scorso, sono stati trovati morti 877 delfini. Secondo il ministero dell’Ambiente all’origine dei decessi dei cetacei sarebbe un virus, ma secondo alcune organizzazioni ambientaliste i cetacei morti sarebbero circa tremila, vittime delle esplorazioni delle compagnie petrolifere secondo alcuni. Fino ad ora quella del virus e’ l’ipotesi piu’ accreditata,ma non ancora comprovata da analisi. Misteriose morti in massa di delfini sono state registrate anche lungo le coste degli Stati Uniti e Messico e Nuova Zelanda.
Fonte:http://peru21.pe/2012/04/28/actualidad/hallan-mas-1200-pelicanos-muertos-2021995

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!


29 aprile 2012

Prossimo vertice NATO: che cosa succede a Chicago?

Il governo si prepara segretamente ad evacuare Chicago durante il vertice NATO
"Rifugi pronti" preparati per i residenti
Steve Watson & Paul Joseph Watson
PrisonPlanet

E' trapelata una direttiva rilasciata alla Croce Rossa che rivela che il governo federale ha preparato piani per evacuare Chicago durante il vertice NATO.
Una e-mail inviata ai volontari della Croce Rossa nell'area di Milwaukee rivela che che il vertice della NATO a maggio potrebbe "creare disordini o altri incidenti di sicurezza nazionale".
"Alla Croce Rossa americana nel sud-est del Wisconsin è stato chiesto di tenere pronti un certo numero di rifugi  in caso di evacuazione di Chicago," dice l'e-mail, che era trapelata alla CBS News

CBS Chicago


Un portavoce dell'Organizzazione della Croce Rossa ha detto alla CBS "La direttiva è arrivata dalla città di Chicago e dai Servizi Segreti".

Mentre i servizi segreti non hanno commentato la notizia, i funzionari dell'Office of Emergency Management and Communication di Chicago hanno negato di avere qualcosa a che fare con la direttiva.
Due settimane fa i residenti sono rimasti sorpresi da esercitazioni di guerriglia urbana condotte nel centro di Chicago su autorizzazione dell'OMEC. Enormi elicotteri Black Hawk sono stati visti volare a bassa quota e tra gli edifici per ore. Ora sembra che queste esercitazioni possano essere collegate ai preparativi segreti.
Inoltre, all'inizio di questa settimana un numero di residenti nell'area di Chicago hanno rivelato che sono stati invitati a lasciare le loro case per prepararsi a disordini maggiori.
I residenti hanno ricevuto lettere dagli amministratori sulle quali si legge:
"Raccomandiamo fortemente che tutti gli abitanti trovino posti in cui soggiornare durante la conferenza che si terrà dal 18 al 21 Maggio.”
"In caso di una sommossa o possibilità di sommossa nei pressi dell’edificio vicino, tutte le porte di accesso saranno bloccate inclusa la porta del garage," continua la lettera. "Per la sicurezza di tutti, stiamo avvisando tutti nel palazzo di rimanere nella loro unità."
Il fatto che, "Alla Croce Rossa americana nel sud-est del Wisconsin è stato chiesto di tenere pronti un certo numero di rifugi  in caso di evacuazione di Chicago," coincide in pieno con le relazioni all'inizio di quest'anno secondo cui la Federal Emergency Management Agency (FEMA) ha richiesto appaltatori per costruire campi di accoglienza temporanei all'interno degli Stati Uniti che possano essere pronti per l'uso entro un periodo di 72 ore ed utilizzati per ospitare i soccorritori ed anche i "cittadini sfollati".

I campi sono progettati principalmente per ospitare servizi di emergenza, ma saranno anche utilizzati per dare rifugio ai "cittadini sfollati," ai quali saranno "offerte le prime possibilità di collocazione all'interno del campo", secondo la richiesta. I campi saranno in grado di servire fino a 2.000 persone alla volta.
Scenari basati su cittadini sfollati facevano parte anche dell'esercitazione del 2010 Operation Vigilant Guard a Chicago caratterizzata dalle truppe Polacche in addestramento con la Guardia Nazionale dell'Illinois.
Fonte: PrisonPlanet 26 Aprile 2012
Traduzione: Anna Moffa per ilupidieinstein.blogspot.it


SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

EuroGendFor. L'esercito privato della UE è in procinto di partire per la Grecia.

Non tutti conoscono questa unità segreta che risponde al nome di «EuroGendFor». Il quartier generale di questa speciale task force di 3000 uomini si trova a Vicenza, Italia. L'ex ministro della Difesa francese Alliot-Marie ha iniziato la formazione di questa truppa, dopo le sempre più comuni forme di battaglie di strada e saccheggi provocati da giovani in Francia. L'«EuroGendFor» è allo stesso tempo, polizia, polizia giudiziaria, esercito e servizi segreti. Le competenze di questa unità sono praticamente illimitate. Essa deve, in stretta collaborazione con i militari europei, garantire la "la sicurezza nei territori di crisi europei". Il suo compito è principalmente quello di sopprimere le rivolte. Sempre di più Stati membri dell'Unione Europea aderiscono al «EuroGendFor» 

I governi europei sanno esattamente cosa li attende. Per evitare di dover usare i loro propri eserciti contro i cittadini del paese, le truppe paramilitari della "Forza di Gendarmeria Europea" è stata fondata in segreto. In teoria, si può ricorrere alla FEG ovunque vi sia una crisi. E' ben stabilito nel Trattato di Velsen che regola gli interventi dell'EuroGendFor. Il suo motto motto è il seguente: "Lex paciferat" - che può essere tradotto come: "La legge porterà la pace". Si sottolinea "il principio della stretta relazione tra l'imposizione dei principi giuridici e la restaurazione di un ambiente sicuro e protetto."
Un "consiglio di guerra" sotto forma di un comitato interministeriale composto dai ministri della Difesa e la Sicurezza dei paesi membri dell'Unione europea partecipanti, decide la strategia di intervento. La truppa può essere attivata su richiesta o dopo decisione dell'UE
All'articolo 4 del Trattato Costitutivo sui compiti e gli impegni si legge: "È possibile ricorrere alla FEG per proteggere le persone e i beni e mantenere l'ordine." I soldati di questa unita' paramilitare dell'Unione europea devono rispettare la legge vigente dello Stato in cui operano e avungue vengano distribuiti, ma tutti gli edifici e tutti i terreni che venano presi dalle truppe divengono estraterritoriali e non sono più accessibili dalle stesse autorità dello Stato in cui operano. Il mostro dell'Unione europea abroga inoltre il diritto nazionale anche in caso di antisommossa. 



L'«EuroGendFor» è una truppa di polizia paramilitare e servizi segreti che possono rapidamente operare. Unisce tutti i poteri e mezzi militari, di polizia e servizi segreti che puo'essere utilizzaa come consultante dalle forze di polizia nazionali e dall'esercito, dopo essere stata commissionata da una unità di crisi interministeriale in ogni sede per la lotta contro le rivolte, ecc. Il ministero federale della Difesa ha elogiato l’EuroGendFor sui propri siti web, scrivendo:
"Polizia e esercito. Una gendarmeria europea promette la soluzione".
L’EuroGendFor è ancora quasi completamente sconosciuta e nell'ombra. Ma non rimarrà a lungo tale. Sempre più persone vengono spinti dalla povertà e dalla politica di gestione disperata ed erronea della crisi, più queste truppe ricche di poteri illimitati dovrà "regolare" la situazione. I capi di stato europei si renderanno conto con gratitudine che non saranno obbligati ad usare le proprie forze di polizia e dell'esercito contro i propri cittadini.


Il trattato di Velsen
18 ottobre 2007
TRATTATO Tra il Regno di Spagna, la Repubblica Francese,la Repubblica Italiana, il Regno dei Paesi Bassi e la Repubblica Portoghese,per l'istituzione della Forza di Gendarmeria EuropeaEUROGENDFOR Il Regno di Spagna,la Repubblica Francese,la Repubblica Italiana,il Regno dei Paesi Bassiela Repubblica Portoghese
Leggere il trattato qui:

Nicaragua: inquietanti suoni vengono emessi dal vulcano Masaya

29 apr 2012 - MANAGUA - Gli esperti geologi del Nicaragua stanno registrando un incremento dell'attività sismica nei pressi del vulcano Masaya, a circa 20 chilometri a sud di Managua,un aumento delle espulsioni di gas di zolfo, ha costretto le autorita' a decretare uno stato di massima allerta. Secondo il rapporto, una crepa nel cratere centrale sta provocando un aumento delle emissioni,ed il vulcano emette un suono simile a quello di un motore a reazione. Esperti del Sistema nazionale per la prevenzione dei disastri (SINAPRED) e l'Istituto Nicaraguense di Studi Territoriali (INETER), hanno riferito alla stampa di aver rilevato questo comportamento insolito alcuni giorni fa, ma per ora ritengono che non ci siano motivi per allarmarsi.Squadre di tecnici vengono impegnate per monitorare da vicino l'evolversi della situazione,le autorita' non hanno ritenuto necessario chiudere l'accesso ai turisti al parco nazionale - Prensa Latina

SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

La Royal Society: e' necessario ridurre la popolazione mondiale!

L'analista sulla popolazione più famoso del mondo ( NdA famigerato direi piu' che altro) ha chiesto una massiccia riduzione del numero di esseri umani (NdA un po' come le vacche) chiedendo che  le risorse siano  ridistribuite equamente tra  ricchi e i poveri (NdA si ma intanto loro pensano alla depopulation prima, poi quando ci saranno solo loro mica ci sara' piu' il problema della diseguaglianza delle risorse no?)
Paul Ehrlich, Professore di studi sulla popolazione presso la Stanford University in California e autore del libro best-seller (NdA  e che best seller) Bomb nel 1968, va ben oltre i dati della Royal Society di Londra, che questa mattina ha detto che i numeri fisici (NdA inerenti ovviamente al numero della popolazione) sono importanti quanto l'ammontare delle risorse naturali consumate.La popolazione ottimale per la Terra e gli "ingredienti" sufficienti mimimi a garantire di una vita dignitosa e di 1,5 a 2 miliardi di persone piuttosto che i 7 miliardi di persone che sono vivi oggi o il 9 miliardi attesi nel 2050, Ehrlich ha detto in un'intervista con il Guardian.


"Quanta popolazione possiamo mantenere dipende dagli stili di vita. Parlo di 1,5-2000000000 perché si può avere citta' piu' grandi e attive e la natura incontaminata (NdA avete visto sempre li' vanno a parare). Se si desidera un mondo simile alla batteria di polli in cui ognuno ha uno spazio minimo e il cibo e tutti possono sopravvivere si potrebbe essere in grado di sostenere nel lungo termine a circa 4 o 5 miliardi di persone, ma ne abbiamo già 7 miliardi. Quindi dobbiamo fare qualsiasi cosa che sia umanamente possibile (NdA sbrigarsi) per un "restringimento" (NdA calo si si il professore c'e' l'ha proprio con noi) della popolazione. " (Nda Professore perche' non cominciate lei e Holdren a dare il buon segno buttandovi dalla finestra?)


"La domanda è: si può esagerare, senza un disastro, come una nuova peste a livello mondiale o di una guerra nucleare tra India e Pakistan? Se andiamo avanti al ritmo di crescita' a attuali potrebbero avvenire parecchi disastri . Alcuni disastri sono a  "lento rilascio" come le persone che sono sempre più affamate o addirittura catastrofiche perché le persone hanno maggiore   possibilità che ci sia qualche strano trasferimento di un virus che possa passere dagli animali alle popolazioni umane,ci potrebbe essere una grande moria ". (professore ma la dobbiamo leggere come profezia oppure e' una minaccia? Cos'e' l'occhio triangoluto ha deciso di scatenare qualche bella epidemia o qualche guerra?)"


Ehrlich, che è stato descritto come allarmista nel 1970 (NdA davvero?)  dice la maggior parte delle sue previsioni si sono rivelate corrette e che  la vede molto cupa sulle  capacità dell'umanità di sfamare oltre 9 miliardi di persone. "Abbiamo 1 miliardo di persone che soffrono la fame oggi e stiamo raggiungendo i 2,5 miliardi Stiamo  andando  nella situazione che per nutrire il popolo abbiamo sempre meno terra da coltivare, con acqua che viene sempre piu' depurata più o trasportata, stiamo per avere un impatto sproporzionato su come possiamo nutrire le persone dalla popolazione che sta aumentando", ha detto.


"La maggior parte delle previsioni  di Population Bomb  si sono rivelate corrette (Nda oste come e' il vino?)  In quel periodo ho scritto sul cambiamento climatico (eccola la eco-scienza) Non sapevamo allora sarebbe stato il riscaldamento o il raffreddamento (Questo e quello delle previsioni esatte eh?) Pensiamo che diventera' un problema serissimo entro la fine di questo secolo. Ora sappiamo che è il riscaldamento e un problema iniziato in questo secolo, non sapevamo della perdita delle biodiversità. Le cose sono  peggiori di quanto avevamo previsto. Abbiamo ormai la minaccia di una vasta epidemia ".
Ho una visione assai cupa di ciò che succedera' ai miei figli e nipoti. (NdA con un nonno cosi' forse si dovrebbero preoccupare seriamente!) I politici sono in grado di controllare il disastro finanziario  ma non ha il controllo delle risorse del pianeta che ci forniscono il nostro cibo, il nostro benessere, quelle che si stanno deteriorando e ci vorrà molto tempo per far funzionare le cose se cominciamo ora . E 'difficile pensare a qualcosa che apparira' dal nulla per salvarci. Spero avvenga qualcosa, ma sarà davvero un miracolo. "


"L'emerito" professore era d'accordo con la relazione della Royal Society, che ha detto popolazione umana e il consumo non e' suddivisa  correttamente " Tendono a moltiplicarsi insieme (NdA il professore la butta su elucubrazioni matematico-statistiche e sommatorie matematiche che ritengo siano per provare il delirio  allarmistico). Bisogna gestirle tutte insieme Abbiamo un eccessivo consumo tra i ricchi e pochissimo tra i poveri (NdA sempre gli altri notate...). Ciò implica che stiamo facendo qualcosa di terribile, che è in qualche modo l'accesso alle risorse e la distanza  sulla ridistribuizione tra ricchi e poveri. Ma negli Stati Uniti  abbiamo fatto il contrario. Il partito repubblicano è selvaggiamente in favore di una maggiore redistribuzione, per prendere i soldi ai poveri per darlo ai ricchi " (NdA bellina questa frase populistica pro ricandidatura Obama mi chiedevo quando il professore delle bombe l'avrebbe detta)

http://prigioniero.6serve.com/depopolazione-subito
http://www.guardian.co.uk/environment/2012/apr/26/earth-population-consumption-disasters?newsfeed=true
SEGUITECI SU FACEBOOK!!!

Post più popolari

CONTRO LA CENSURA DI FACEBOOK ISCRIVETEVI SU TELEGRAM


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...