11 settembre 2013

Obama incastrato, guerra rimandata?


La diplomazia, almeno in queste ore, sembra aver recuperato spazi togliendoli agli apparati bellici anche se il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, cerca di convincere l’opinione pubblica statunitense della necessità di intervenire militarmente contro la Siria a suon di dichiarazioni e interviste. Ieri,
per la seconda volta in pochi giorni, si è fatto intervistare a lungo da ben sei importanti catene televisive. Deve essere davvero molto debole la sua posizione e sconclusionati i suoi argomenti se è costretto ad un simile tour de force.


Intanto il ministro degli Esteri di Parigi, Laurent Fabius, ha fatto sapere che presenterà oggi un progetto di risoluzione al Consiglio di sicurezza dell'Onu che «condanna il massacro del 21 agosto compiuto da Damasco» e che «chiede che sia fatta luce» sul programma siriano di armi chimiche. Il progetto francese di risoluzione all'Onu è vincolante e prevede il «controllo e lo smantellamento» delle armi chimiche siriane, ha spiegato il capo della diplomazia transalpina. Un modo per togliere la scena a Washington da parte del governo francese che ha forse ancora più interesse degli Stati Uniti ad intervenire, e presto, in una sua ex colonia fondamentale per la sua egemonia nel Mediterraneo orientale e in Medio Oriente.

Lo spiraglio diplomatico si è aperto ieri grazie all’iniziativa di Mosca. La Russia, che ha inviato navi militari nel Mediterraneo e ha promesso di sostenere Damasco se sarà attaccata, con una mossa a sorpresa ha proposto di mettere l'arsenale chimico siriano sotto controllo internazionale. Una mossa che evidentemente rimuove le fantomatiche ragioni della imminente aggressione militare, come ha spiegato lo stesso ministro degli esteri di Assad, Walid Muallem. 

Dopo il ‘si’ di Damasco il presidente degli Stati Uniti ha dovuto abbozzare, parlando addirittura di una «possibile svolta». Evidentemente tutta questa voglia di imbarcarsi in un conflitto che tutto sarà tranne che una passeggiata a Washington non c’è. E non perché l’apparato militare-industriale-politico statunitense non abbia bisogno di una nuova guerra per fare affari e ristabilire la propria egemonia su un mondo sempre più affollato di potenze grandi e piccole. Ma perché evidentemente i segnali arrivati in questi mesi, sul fronte militare, diplomatico e politico non sono stati dei migliori. Pochi i paesi che hanno risposto all’appello, e il rischio che il Congresso voti no alla risoluzione interventista. Così la mossa di Mosca rappresenta una utile pausa anche per Obama e per i suoi, tant’è che il voto in Parlamento sulla mozione presentata dal Presidente è stato rimandato di qualche giorno. Qualche analista ieri ha adombrato l’ipotesi che Obama e il suo entourage possano decidere l’attacco in qualsiasi momento, anche senza aspettare l’ok del Congresso, ma sarebbe davvero uno smacco per i parlamentari prima investiti della decisione e poi esautorati.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

Si, ma io non mi fico comunque!! Questi la guerra la vogliono, punto e basta. La mia più grande paura è un false flag di enormi proporzioni che diano loro la scusa giusta per prendere e partire.. Consideriamo che c'è l'alta possibilità che siano stati proprio loro a fornire se non addirittura ad usare il sarin il 21 agosto in Siria, proprio per crearsi la giusta scusa agli occhi del mondo per l'intervento.. Quindi figuriamoci quanto la vogliono e cosa sono probabilmente disposti a fare per ottenere il via libera. Addirittura qualcuno (penso con mancanza di fondamento..) parla già di bombe atomiche spostate dal Texas verso il South Carolina per probabile false flag nucleare, o addirittura creazione di tsunami (non so poi per cosa e a chi andrebbero a romper le balle..), ma tutte fantasie a mio parere, anche perché non te lo verranno a dire di sicuro cosa avranno intenzione di architettare e soprattutto non saranno così sprovveduti da farselo uscire di bocca..

Anonimo ha detto...

Proprio oggi che è 11 settembre non la fanno, secondo me.

Anonimo ha detto...

No no, sarebbe veramente da film di fantascienza!! Sono molto più profondi nei loro progetti... Succede sempre quando meno ce lo aspettiamo, questo proprio per non darci la possibilità di capirci qualcosa e di reagire! E' un po' come in una rissa, che ti colpisce quello che ti sta alle spalle e che non c'entra quasi nulla, ma intanto tu il colpo lo prendi e magari ti stordisce pure bene bene, portanti l'opera del colpitore ad un ottimo punto, tale da attendere soltanto di finirti.

Anonimo ha detto...

Nelle partite di calcio, si fa il tifo, nelle guerre in corso meglio starne fuori.
In certi paesi, VIVONO e vengono educati fin da piccoli all'odio razziale, per questo la guerra è il loro pane quotidiano.

Farsi prendende in questo circolo vizioso mentale, significa fomentare gli animi della gente delle controparti e quindi venirne in parte coinvolti in quanto nazione anche noi, ed a me questa guerra non mi piace, più di tutte le altre che vi sono state.

Anonimo ha detto...

Per me lo scenario questa volta, potrebbe spostarsi o piano piano (non credo) o tutto in una botta verso Israele!!

Anonimo ha detto...

Oramai la gente civile e con grado di istruzione un po' più elevato, e fuori dalle branche estremistiche mentali, non gradisce più partecipare nè alle guerre, nè all'inquinamento del nostro pianeta, nel frattempo che il Sistema già stà crollando sotto il suo stesso peso diabolico per tutti gli umani, pertanto, a mio modesto parere, questa famosa guerra "epocale", alla fine, se la faranno le parti che si odiano sul serio.

Anonimo ha detto...

Sicuramente, ma stai pur tranquillo che ci tireranno dentro senza problemi.. Teniamo sempre in considerazione che chi veramente decide non siamo mai noi, ma un pugno di persone che abbiamo e non eletto noi direttamente, mai faranno un referendum per chiedere a chi più di loro ha testa, il popolo. Sono stati eletti per fare le nostre veci in ogni decisione, quindi anche fosse solfato una loro questione personale e non di interesse comune potrebbero agire indisturbati..

Anonimo ha detto...

Più non facciamo "gli avvocati delle guerre perse" meglio è, in tale modo anche loro capiranno che se non ci assecondano, ovvero restare completamente NEUTRALI, alla Terza Guerra Mondiale, preannunciata da tutti, prima, dopo e durante, si faranno il viaggio senza ritorno, sul serio, perchè già abbiamo ed avremo sempre di più problemi enormi da fronteggiare tra poco:
crisi economica, mancanza di lavoro a livello MASSICCIO con relativa insurrezione popolare, il tutto condito in salsa rossa e grigia, ribollente vulcanica, con contorno di inondazioni ed esondazioni, ovvero all'acqua pazza!
Chi riuscirà ancora a restare in piedi ballando il Ciaciacià, al ritmo del Tornado sismico, non se lo sognerà neanche più, di andare a fare le guerra altrui.
Meditate gente...Meditate!

Anonimo ha detto...

Le ipotesi sono due la 1° Obama non ha i numeri per passare e avera la risoluzione di attacco alla Sira da parte del Congresso Usa e con la perdita di tempo potrebbe aumentare il consenso e avere il semaforo verde. 2° La Russia oggi ha portato le prove all'ONU che l'attacco con i gas è stato fatto dai rivoltosi. L'Onu oggi ha detto che fino a quasi la fine di luglio 2013 le colpe sono una parte con crimini contro l'Umanità dovute alla Siria e un'altra parte crimini di guerra dovuta ai rivoltosi. Queste sono ancora cause di riflessione da parte di Stati che volevano la guerra subito.Un saluto.

Anonimo ha detto...

10 segni che l'elite globale sta perdendo il controllo:

http://ununiverso.altervista.org/blog/10-segni-che-lelite-globale-sta-perdendo-il-controllo/

Anonimo ha detto...

Sono Segnali di fumo...libero...tranne qualcosa che sul serio si stà smuovendo nelle nostre Coscienze.

L'Obiettività nasce quando non fai parte più dei Pupi sia bianchi che neri, che non possono che muoversi su di una Scacchiera, manovrati dall'alto.
Quando non sei alcuna bandiera, e diventi Umano, Osservi dall'esterno, e VEDI im tanti scannarsi fino a sparire dalla faccia di questa Terra.
Allora comprendi che erano loro i folli, ed allora sei Consapevole che è proprio finita questa ERA del Pesce... d'Aprile.
Ma ci vorranno ancora degli anni...prima che il Velo di Maya si dissiperà e le nuvole del cielo saranno come NON SONO MAI STATE, ovvero prima dal tempo di tutte le piramidi, quelle sulla terra e quelle diluviate.


barbaranotav ha detto...

non viene in mente a quelli di contropiano che l'appropriazione della bozza da sottoporre all'ONU sia fatta proprio per essere RESPINTA???

La russia l'ha proposto e la russia doveva elaborarla, ma GUARDACASO ci infilano il passaggio di condanna per l'attacco del 21 agosto NONOSTANTE ASSAD SIA INNOCENTE

barbaranotav ha detto...

aggiungo ancora qui perché tanto su contropiano i commenti miei non sono mai approvati chissà perché

beh come foto non sarebbe semmai appropriata il PREMIO NOBEL OBAMA MENTRE RITIRA LA SUA PATACCA?
OPPURE I NUMEROSI MILITARI CHE SI SONO SCHIERATI CONTRO LA GUERRA IN SIRIA??
NO per carità, meglio segnare il territorio .....

Anonimo ha detto...

Obama l'altro giorno ha affermato : "ma io lo avevo detto che non meritavo il premio nobel",però intanto quando gliel'hanno dato l'ha preso e zitto senza rifiutarlo. Secondo me invece lo merita, perchè il premio nobel viene dato solo ai potentati criminali e assassini(come Obama ,o come questa ignobile e criminale UE che uccide economicamente per fame milioni di persone soprattutto nei paesi del Sud Europa,per non parlare dei milioni di morti che provocano nel resto dei Paesi del Mondo.

SEGUICI SU FACEBOOK!!!