30 dicembre 2013

IL CAPO DELLO STATO ITALIANO AMMETTE L'ESISTENZA DELLE SCIE CHIMICHE


30 dicembre 2013 - di Gianni Lannes - Repetita iuvant, come ho scritto più volte in passato, anche il capo dello Stato italiano non ha negato l'esistenza dell'aerosoterapia bellica a base di scie chimiche che contengono in particolare alluminio, bario, litio e polimeri artificiali in grado di innescare terremoti, uragani, ma soprattutto controllare le onde cerebrali degli esseri umani. Ecco infatti cosa ha risposto il presidente della Repubblica alla signora Luigina Marchesi che gli aveva scritto una documentata lettera per denunciare le continue operazioni di aerosol sulla sua terra. Un territorio, fra l’altro, che non è nemmeno solcato da aerovie civili:



Italia (29 dicembre 2013): scie chimiche




pur comprendendo le motivazioni e il coinvolgimento morale ed emotivo che hanno originato la Sua istanza, devo mio malgrado informarLa che risulta impossibile intervenire su materie regolate da specifiche disposizioni di legge, la cui applicazione spetta ai competenti ministeri e su cui la Presidenza della Repubblica non può in alcun modo intervenire”. 

La risposta concludeva dicendo: “La informo che la sua istanza è stata nuovamente portata del competente Ministro della Difesa, per un sollecito esaustivo diretto riscontro”.

Anche in questo caso, il capo dello Stato italiano non ha detto che le scie chimiche non esistono, bensì che lui non può farci nulla, e che la competenza del problema ricade sotto il Ministero della Difesa. Il che non è proprio vero, perché il presidente della Repubblica, in base alla Cosituzione è anche il capo supremo delle forze armate.



E' in corso un genocidio di massa e chi nega l'evidenza è complice di questo crimine contro il popolo italiano, e ne risponderà personalmente alla giustizia e al consesso umano.




17 commenti:

Anonimo ha detto...

Bene caro Sig.Gianni Lannes, dal momento che la fiducia è una cosa seria, chi è la Signora in questione innanzitutto? E che ruolo rilevante ha la sua figura nella società tale da essere tra le pochissime persone a ricevere una risposta dal diretto presidente della dittatura italiana? E come fa lei ad avere accesso a tale documento? Grazie. Mi scuso, ma sono già troppi i depistatori ufficiali, quindi ho (o forse abbiamo) il dovere, il diritto e il bisogno di serie prove affinché la fiducia rimanga tale. F.

Anonimo ha detto...

Non capisco, c'è ancora chi dubita?

Se così fosse dopo anni di testimonianze, e spiegazioni dettagliate su tale fenomeno, le persone "ancora" non hanno capito che le scie chimiche sono una realtà, bene, questo vuol dire che le scimmie sono un gradino più intelligenti di noi.

Esistono centinaia se non migliaia di video in lingua straniera, ma anche in italiano, dove viene spiegato tale fenomeno in maniera dettagliata, e non sarò di certo io ad "illuminarvi" ma dovrà farlo il Blogger che continua a ripetere sempre gli stessi articoli, e solo ora capisco perché si comporta in questa maniera, ha a che fare con un pubblico di "tonti".

Buon lavoro.. Ce la farai, fidati, un giorno ce la farai..

Anonimo ha detto...

@anonimo delle 11:23, sono perfettamente in accordo con te, ma devi anche capire che ci sono moltissimi falsi profeti e normalmente chi diffonde certe presunte verità rischiano quanto meno la diffamazione e lo screditamento e non sarà certo una scorta di 4 poliziotti a fermare elementi dei poteri forti da tali conseguenze. Il Sig. Gianni Lannes esprime attraverso i suoi articoli cose di cui anche io sono convinto, ma chi vuole la gestione e il controllo di tutto usa anche certi metodi, cioè dare al popolo il 90% della verità mischiato a quel 10% di menzogna che non fa altro che portare l'individuo dove loro vogliono. Quindi è sempre meglio per me portare più prove tangibili possibile affinché chi ha dubbi su certe argomentazioni possa scioglierli con razionalità. Questo solamente perché come sempre accaduto, chi riporta verità molto scomode non fa una bella fine e non posso far altro che riflettere su chi invece scrive o parla tanto di presunti complotti(per me reali..) ma che ancora sono in piedi (fortunatamente..) tutto qui. Io credo nelle scie chimiche, come a tutti i progetti occulti che certa gente sta portando avanti e senza tanto nascondersi nell'ombra ma che a molti non interessa vedere perché ancora si possono permettere di acquistare a rate un Iphone e a cui interessa più la champions che il futuro dei propri figli. F.

Max Mattoni ha detto...

francamente non capisco ancora a cosa serva continuare a dissertare o peggio usare frasi come "credo/non credo alle scie chimiche", quasi stessimo parlando di dio allah o budda, nel qual caso sarebbe pure appropriato esprimersi in tal modo.. ma dal momento che trattasi di fenomeno visibile, verificabile ed eclatante su e su scala planetaria, mi chiedo se alla fine davvero ci meritiamo tutto questo, vista la mole di gente che non guarda oltre il proprio naso e i propri interessi. Il documento in questione gira da molto e c'è tanto di protocollo e codice a barre sopra.. a volte piccole gaffe sfuggono anche agli apparati più protetti .. è questo il caso, secondo me.
Buon tutto. M.

Anonimo ha detto...

Bene, io dubito. Non sulle scie persistenti che chiunque può osservare alzando gli occhi al cielo ma sulle cause che le generano. Trovo singolare che nessuno, né chi parla delle scie chimiche né chi si ostina a parlare di semplici scie di condensa, dica che la concausa o la causa del fenomeno è l'inquinamento. Già perché è doveroso sottolineare che ogni aereo rilascia in un'ora di volo ben 100 grammi di polveri sottili, che i nostri cieli sono attraversati ogni giorno da migliaia di aerei e che quindi la quantità di polveri rilasciate nell'atmosfera si aggira sulle centinaia di chilogrammi che moltiplicato per 365 giorni dà un quantitativo eccezionale di polveri. Queste polveri sottili sono ovviamente concentrate nelle zone in cui vi è grande traffico aereo. Le polveri sottili, come è noto, fanno male alla salute, fanno male all'ambiente e incidono sul clima. Gli aerei, oltre alle polveri sottili citate, agli ossidi di azoto, al monossido di carbonio rilasciano elevate quantità di vapore. Le polveri presenti nell'atmosfera fungono da innesco per la formazione di scie e nubi persistenti. Inoltre, esse potenziano i fenomeni temporaleschi. Non so se si spruzzano anche metalli pesanti, non so se si utilizzano droni o altro ma è strano che la spiegazione più ovvia, che ripeto potrebbe anche non essere la sola, sia sempre taciuta. Trovo ancor più singolare che coloro che desiderano smentire l'esistenza delle scie chimiche preferiscano negare l'esistenza delle scie persistenti piuttosto che parlare di inquinamento. Perché dell'ovvio non si parla? Perché non si dice che oltre alle numerose e terrificanti teorie ce n’è una semplice e banale ma che provoca effetti parimenti catastrofici? Mi piacerebbe sapere perché tutti coloro che sposano l'idea del complotto di questo non parlano mai perché benché tonnellate di polveri sottili che ricadono nell'ambiente siano dannosissime. La risposta ai miei ragionamenti è sempre un articolo del prof. tizio o dott. caio. Qualche volta persono gli articoli di un dott. sempronio che puta caso vende rimedi per l'alzheimer. Mai che si entri nel merito di ciò che dico anche confutando dati e ragionamenti. A me, come tutti, piace capire e approfondire. Ma evidentemente è più comodo pensare che la colpa di tutto sia sempre degli altri. Forse ci piace pensare di essere nelle mani di spietati assassini ma in grado di controllare il clima piuttosto che ammettere che siamo nelle mani di chi, grazie alla nostra connivenza, fa affari a scapito dell'ambiente e salute e che non ha il minimo controllo della situazione. Ma guardiamo i fiumi, i mari. Guardiamo le foreste che anno dopo anno diminuiscono. Ma guardiamo cosa è successo a Fukushima e prima ancora a Chernobyl. Guardiamo i dati della biodiversità. Guardiamo la moria delle api. Crediamo di essere nelle mani di una elite potente e in grado di controllare tutto persino il clima? Ma siamo proprio sicuri?

Anonimo ha detto...

Non male anonimo delle 17:38, il tuo pensiero è verità ed è esattamente una forte presa di coscienza, quella coscienza che ognuno di noi dovrebbe prendere e mettere però in pratica. Questo tuo discorso diciamo che è alla base di ogni problema, il cambiamento i noi stessi, è l'unica salvezza!! Comunque rimane il fatto concreto che persone molto potenti e maligne attuano certi programmi a totale discapito dell'umanità e senza nessuna remora. F.

Anonimo ha detto...

be! vedo che la disinformazione è di rito e che le persone negano anche quello che si vede. a sostegno di quello che è riportato posto una conferenza del generale MINI del quale tutti credo sappiate chi è e guarda caso proprio sulle scie chimiche.

http://www.youtube.com/watch?v=RX5SY4orWxQ

cliccate sul link ascoltate e poi valuterete da soli il vero pericolo di quest'arma di distruzione di massa.
un saluto a tutti da un Libero Pnesiero

Anonimo ha detto...

anonimo delle 19:17. Se ho ben capito c'è una elite che controlla tutto ma poi lascia che un generale della Nato riveli dei segreti. Assurdo. Ad ogni modo ognuno vede ciò che vuol vedere. O strapotere o follia. Io vedo questo: http://www.youtube.com/watch?v=e9AWm7KHbjk

Anonimo ha detto...

Anonimo delle 19:17, sono l'anonimo delle 17:38. Ho espresso un ragionamento che si basa sulla quantità di polveri rilasciate dalla combustione nel motore dell'aereo. A meno che non dimostri che ciò che ho detto è falso non puoi dire che faccio disinformazione. Quanti kg di polveri da combustione sono rilasciate in media ogni giorno in atmosfera dagli aerei? Calcola e se non sono centinaia e centinaia di kg come ho detto allora potrai dire che faccio disinformazione. Ma se sono centinaia e centinaia allora significa che respiriamo molte polveri sottili che causano malattie respiratorie inclusi i tumori, che danneggiano le colture e che favoriscono e potenziano i fenomeni temporaleschi. E se è vero perché non se ne parla? Forse morire per le polveri sottili è meno interessante che morire con i metalli pesanti? O un uragano causato da haarp fa più paura di uno causato da grandi quantità di polveri che il vento sospinge a caso da qualche parte?

Anonimo ha detto...

Allora fate come me : prendetevi una bella compressa di glutatione ( lo trovate nelle parafarmacie ) con un bicchiere d'acqua in cui avete aggiunto un pochino di aceto di mele e brindate al 2014. Ripetete questa operazione per altre 365 volte e scrivete la vostra opinione su TERRAREALTIME a gennaio 2015. AUGURI E FELICE " ANO " NUOVO A CHI SPRUZZA LE SCIE CHIMICHE...


Anonimo ha detto...

Anonimo 5:42. Quando non si hanno argomenti si tace e si approfondisce. Tentare di ridicolizzare i ragionamenti altrui con frasi volgari non aiuta la discussione e serve solo a creare confusione e incertezza. La conoscenza è l'unico strumento che abbiamo per poterci difendere da una elite che ci sta gradualmente sottraendo la sovranità alimentare, che sta distruggendo questo pianeta (con o senza scie chimiche) e quindi abbiamo il dovere di informarci, di approfondire, di non dare MAI nulla di scontato. Va anche valutata la possibilità che la faccenda delle scie chimiche sia una distrazione di massa. Constato che molti attivisti oggi trascorrono le loro giornate a parlare solo di scie chimiche e a guardare i cieli. E mentre gran parte delle persone, proprio quelle che hanno intuito che qualcosa non va, stanno con il naso in aria ci sottraggono la sovranità alimentare. Ma se controllano il clima a cosa serve spingere per gli OGM? A cosa serve vietare il commercio delle sementi tradizionali? A cosa serve sottrarre i terreni agricoli per alimentare gli impianti a biomassa, biogas e biocombustibili sapendo che non sarà MAI un'alternativa energetica e che di fatto serve solo a sottrarre e distruggere terreni all'agricoltura? Ma soprattutto se le polveri emesse dalla combustione degli aerei sono in grado di spiegare tutti i fenomeni osservati perché la cosiddetta scienza ufficiale non vi fa ricorso? Anonimo 5:42 anziché tentare di fare lo spiritoso e lasciar intendere che hai capito più degli altri perché non dimostri che i dati citati sono sbagliati o sono sbagliati i ragionamenti? Se non hai argomenti significa che non hai approfondito a sufficienza e che hai sposato una causa senza averne totale conoscenza.

Anonimo ha detto...

Salve, sono l'Anonimo che il 31 dicembre 2013 alle ore 05:42 ha scritto il commento che vedete sopra. Nel 2012, anziche' andarmene in giro a far casino con la maschera di " V " come vendetta, ho fatto una lunga ed estenuante ricerca su Google e non solo. Una ricerca ai limiti dell' hacking che mi ha portato a scoprire alcune cose davvero interessanti. Ma procediamo con ordine. Intorno al 1990 e' stata elaborata una tecnica di " cloud seeding " in vari laboratori. Questa tecnica inizialmente non aveva finalita' strane, anzi era addirittura " benefica " , per cosi' dire, in quanto serviva a combattere la desertificazione in aree molto aride afflitte da una siccita' endemica e secolare. Inizialmente vennero usati i soltanto i sali di alluminio senza altre sostanze. Purtroppo questi primi esperimenti ebbero esiti poco soddisfacenti. Si penso' allora di ricorrere all' aggiunta del bario, in quanto essendo un metallo pesante ma disponibile anche in forma alcalina, permetteva di raccogliere meglio l'umidita'nell atmosfera e di agevolare la formazione di nubi atte a favorire una debole pioggerellina. Gli scienziati statunitensi ed israeliani erano perplessi circa la tossicita' di questi elementi rilasciati dagli aerei. Era evidente che potevano esserci danni collaterali sulla salute umana, sulle piante e sugli animali. L'acqua sarebbe risultata contaminata quel tanto che basta per rimanere potabile ed utilizzabile lo stesso per l' agricoltura. Oggi, alla luce di quello che sta succedendo a Fukushima, certi ragionamenti che si facevano tanti anni fa tra i sapientoni con la stella di Davide e gli yankees a stelle e strisce fanno addirittura ridere. In Alaska ed alle isole Hawaii ormai c'e un livello di radioattivita' tale che molta gente e' disposta ad andare a vivere in un campo FEMA sulla costa atlantica degli U.S.A. pur di non morire di leucemia. La TEPCO ha rinunciato all' ipotesi di un sarcofago protettivo come era stato fatto a Chernobyl e continua a fare i propri interventi alla ca*** di cane sul reattore 4 e sugli altri reattori. Risultato parziale: l'oceano pacifico e' una distesa di isotopi radioattivi galleggianti e tra qualche mese le citta' di Vancouver, Seattle, San Francisco, Los Angeles, San Diego e altre ancora potrebbero ( e speriamo che questo NON accada ) diventare luoghi dove il contatore geiger si impenna oltre i limiti di sicurezza. Per concludere: i risultati delle analisi del particolato emesso dalle scie chimiche vengono spesso taroccati a suon di mazzette per non preoccupare troppo la popolazione. Lo hanno fatto in passato e continuano a farlo tuttora. FELICE " ANO " NUOVO ANCHE A CHI MANIPOLA I VALORI DELLE ANALISI DELLE CHEMTRAILS.

Max Mattoni ha detto...

Basterebbe ripescare dalla memoria solo alcune delle brutalità commesse senza il benché minimo scrupolo, dagli apparati militari u.s.a. nel corso della storia: Giappone, 2 bombe atomiche sganciate su obiettivi civili (le uniche mai sganciate); esperimenti nucleari (più di 1000) compiuti in località remote; Vietnam, uso di gas e armi chimiche su civili e militari; Kossovo, uso di armi all'uranio impoverito; Iraq, Kuwait, armi convenzionali e non convenzionali.. certo la lista sarebbe davvero troppo lunga da scrivere e se nonostante l'evidenza, qualcuno ancora voglia credere che le scie chimiche siano "zucchero filato" è liberissimo di farlo.. io dico che bisogna chiedere con forza di interrompere immediatamente questi esperimenti. Ps. Snowden ha recentemente dichiarato che il progetto chemtrails è nato inizialmente come piano benevolo per frenare il surriscaldamento atmosferico, poi successivamente deviato verso obiettivi collaterali/militari. Questo collima con quanto illustrato nella conferenza di Erice da Edward Teller (uno dei padri della bomba H) agli inizi del 90.. quindi, le informazioni sono tutte la fuori, tutte disponibili per chi le vuol cercare.. basta unire i puntini e il disegno magicamente apparirà.

Anonimo ha detto...

@max mattoni. Riepiloghi le malefatte di un sistema di potere che non ha esitato a distruggere migliaia di persone come a voler precisare che siamo di fronte a persone prive di scrupoli e poi ritieni possibile che un ex Nato possa riferire segreti indicibili? Non trovo coerenza nel ragionamento. Il problema è la totale assenza di spirito critico di voi presunti complottisti (presunti perché poi in realtà appena trovate una presunta verità che vi soddisfa non andate avanti, non fate altre ipotesi). Nessuno che ha notato che stiamo commentando il nulla. La lettera del presidente che ammetterebbe l'esistenza delle scie chimiche non poteva che avere quel contenuto. Se una istituzione o organismo NON è competente in una materia NON può esprimere pareri (sarebbe abuso di potere). Nella lettera infatti questo si afferma. Vi stupisce la prima frase: pur condividendo ecc. ecc. E' prassi in molti uffici utilizzare forme cordiali di comunicazione anziché formali. Se qualcuno di voi scrive al capo dello stato la lettera, se firmata, sarà protocollata e vi sarà risposto. Se inviate una lettera con scritto che siete preoccupati perché pensate, ad esempio, che stanno buttando rifiuti pericolosi dietro casa vostra, la presidenza vi risponderà che pur comprendendo le vostre preoccupazioni non può intervenire e dovete rivolgervi alle autorità locali. Lannes non conosce i principi base dell'ordinamento e di chi è deputato ad emanare gli atti e spaccia una lettera assolutamente formale come prova? Ma dai!! Ma di cosa stiamo parlando. Piuttosto rispondetemi: che fine fanno le centinaia e centinaia di chilogrammi di polveri sottili rilasciate in atmosfera ogni giorno sopra le nostre teste. Anzi chiedete a Lannes. Vi risponderà con l'ennesimo articolo scritto da tizio o caio o sempronio. L'argomento inquinamento è tabu. Troppi interessi economici dietro. Questa è la semplice e drammatica realtà che sta distruggendo questo pianeta. Non servono le scie chimiche. Bastano le semplici migliaia di tonnellate di polveri rilasciate ogni giorno sul pianeta. Con il vostro comportamento proteggete il sistema di potere. Pensateci.

Trasferirsi Alle Canarie ha detto...

ECCO DOVE HANNO RISOLTO: La soluzione alle scie chimiche alle Canarie viene dal Governo indipendente Canario che sembra non si sia piegato alle Lobby non permettendo di irrorare i cieli con veleni.

I cieli delle isole Canarie sono infatti cieli protetti dalle scie chimiche e non solo.

Ma cosa significa cieli protetti?

Ha a che fare con ”lo spazio e la NASA” grazie alla presenza dell’istituto di astrofisica delle Canarie.

Esiste una legge sulla protezione della qualità astronomica degli osservatori, che vigila sulle rotte aere in modo che non venga compromessa l’attività di vigilanza astrofisica. Riferimenti di legge e altre info le trovate in questo articolo su un blog www.trasferirsiallecanarie.info ( http://www.trasferirsiallecanarie.info/scie-chimiche-alle-canarie/ )
LA SOLUZIONE ESISTE ! Uniamoci!
Marco

Anonimo ha detto...

Se mi danno soldi,casa e lavoro mi trasferisco immediatamente alle Canarie.Quello che mi dispiace è che essendo territorio Spagnolo,saremmo comunque sempre sotto la feroce dittatura di impoverimento e altre barbarie dell'UE e sempre comunque sotto 'l'ombrello' NATO!

Daniele Pace ha detto...

Risolto tutt'ora???

Post più popolari

CONTRO LA CENSURA DI FACEBOOK ISCRIVETEVI SU TELEGRAM


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...